Home » ARTICOLI » CASTAGNE, CHE PASSIONE!!!

CASTAGNE, CHE PASSIONE!!!

CASTAGNE, CHE PASSIONE!!! - Dietista Dr. Erica Baroncelli

La castagna è il frutto autunnale per eccellenza!!!

Le castagne sono il frutto del castagno e il frutto per eccellenza delle stagioni fredde. Sono molte le varietà dei castagni e di conseguenza anche delle castagne. Tali varietà dipendono innanzi tutto dall'altezza e dai luoghi in cui si coltivano. La forma dei frutti dipende, oltre che dalla varietà delle castagne, anche dal numero e dalla posizione che essi occupano all'interno del riccio: emisferica per i frutti laterali e schiacciata per quello centrale.

La castagna ha origini millenarie, sono stati addirittura trovati fossili risalenti a 10 milioni di anni fa, dimostrando la splendida capacità di resistere ai climi freddi.

La coltivazione del castagno è da sempre stata importante e strettamente connessa alla vita delle persone che abitavano e abitano nei luoghi di crescita della pianta: la castagna ha rappresentato per lungo tempo una delle fonti principali di alimentazione e non a caso è stata soprannominata “il cereale che cresce sull'albero”, perché dal punto di vista nutrizionale è molto simile ai cereali. Ciò ha fatto sì che il frutto del castagno venisse utilizzato fresco, secco o macinato ai molini e trasformato in deliziosi piatti.

I miei nonni mi raccontano sempre che da piccoli la polenta di castagne era considerata la cioccolata dei poveri e che durante la guerra aveva sfamato tantissime persone.

 

Anche se viene chiamata frutto, la castagna è uno dei frutti più energetici, proprio grazie alle caratteristiche nutrizionali che la avvicinano ad un cereale. Ecco una tabella che mostra i nutrienti per 100g di parte edibile.

 

 

CASTAGNA FRESCA

CASTAGNE ARROSTITE

CASTAGNE BOLLITE

FARINA DI CASTAGNE

CEREALI

Kcal

165

193

120

343

300-330

Acqua %

55,8

42

63

11,4

10-12

Proteine g

2,9

3,7

2,5

6,1

8-15

Lipidi g

1,7

2,4

1,3

3,7

2,5-4

Carboidrati g

36,7

41,8

26,1

76,2

67-75

Amido g

25,3

28,3

16,9

#

58-70

Zucc. semplici g

8,9

10,7

7,5

#

2,5-5

Fibre g

4,7

8,3

5,4

#

3-9

Vit. C mg

40

#

#

0

0

Potassio mg

484

#

#

847

200-400

Rame mg

0,4

#

#

#

0-0,2

Folati µg

58

#

#

#

0-4

Vit. B6 (piridossina) µg

0,4

#

#

#

0-0,2

 

100g di parte commestibile di castagne fresche apportano circa 165 Kcal, per lo più derivanti dai carboidrati, l'equivalente di circa 30-40g di pasta o 40-50 g di pane; l'elevato contenuto di fibre, però, permette di assorbire l'eccessivo contenuto di carboidrati lentamente. Visto l'elevato apporto energetico e di carboidrati, consiglio di consumarle tenendo presente di ridurre leggermente il pane o i cereali o la pasta nell'arco della giornata, per mantenere un buon equilibrio energetico; oppure non sarà necessario modificare alcunché, se lo stile di vita è attivo!

Anche la farina di castagne è un buon modo per deliziarsi di questo gustosissimo frutto creando ricette dolci (la sostituzione con la farina di castagne permette la riduzione dello zucchero nelle ricette grazie alla componente zuccherina del frutto); inoltre ricordo che la farina di castagne è senza glutine, quindi le persone con celiachia o gluten sensitivity possono consumarla senza nessun rischio, eccetto la contaminazione!

Ovviamente il fabbisogno è individuale, quindi consiglio di recarsi dal proprio dietista di fiducia per ogni delucidazione, soprattutto in caso di diabete e insufficienza renale.


Dalle mie parti le castagne vengono mangiate trasformate in “mondine” (le più comuni caldarroste) o come “ballotte” o “ballocciori” (bollite) o come “necci” (crepes di farina di castagne riempite a piacere) o come il più conosciuto “castagnaccio”, torta di sola farina di castagne e acqua.

 

Io sono pazza per le castagne!!!!!!

 

P.IVA: 02146440462Tel: 347-5065511ericabaroncelli@hotmail.it