Home » ARTICOLI » MELAGRANA: IL SANGUE DI DIONISO!

MELAGRANA: IL SANGUE DI DIONISO!

MELAGRANA: IL SANGUE DI DIONISO! - Dietista Dr. Erica Baroncelli

Il melograno, il sangue di Dioniso!

 

Anticamente si pensava che il succo del melograno rappresentasse il sangue del dio Dioniso, e sembra che la dea dell’amore, Afrodite, lo avesse piantato sulla terra in suo onore.
Il melograno è un eccellente frutto autunnale.

Le sue ottime caratteristiche nutrizionali lo hanno battezzato un “superfood”!

 

La melagrana, che conosciamo noi, è la bacca della pianta e i semi interni alla bacca sono quelli che comunemente mangiamo.

I semi di melograno sono un vero scrigno di salute: la quantità di vitamina C per 100g è di circa 10 mg, ovvero circa il 10-12% del fabbisogno giornaliero. Anche l'acido pantotenico (la vitamina B5) e i folati sono ben rappresentati. Tra i sali minerali, è il potassio quello presente i maggior quantità (236mg), a seguire troviamo il fosforo, il manganese e il magnesio ma è sicuramente il rame quello che copre la percentuale più elevata del fabbisogno medio della popolazione, circa il 18%.

 

I semi della melagrana apportano circa 83Kcal per 100g di parte edibile, con il 13,7% di zuccheri semplici, molti è vero, e per questo motivo viene definito un frutto energetico, ma il contenuto elevato di fibre, che arriva a 4g per 100g, lo classifica anche tra frutti più ricchi di fibre.

La melagrana apporta anche molti polifenoli, che come la vitamina C, sono potentissime sostanze in grado di combattere l'infiammazione e l'ossidazione del nostro corpo.

A questo proposito sono molte, infatti, le ricerche scientifiche che evidenziano quanto il consumo della melagrana sia un ottimo modo per fornire al nostro organismo protezione verso il meccanismo di invecchiamento cellulare e la sua assunzione protratta nel tempo sarebbe in grado di proteggere il cuore dalla formazione di placche aterosclerotiche e dai disturbi causati dalla menopausa ( depressione e ossa fragili).

 

La stagionalità della melagrana è molto limitata quindi affrettatevi a procurarvi qualche frutto fresco!!!

Il modi migliori per consumarla, a mio parere, sono:

- aggiungere i semi allo yogurt per un delizioso spuntino;

- aggiungere i semi e il succo emulsionato con olio e pepe alle insalate di spinaci, perché l'elevato contenuto di vitamina C permette l'assorbimento del ferro vegetale che altrimenti non verrebbe assorbito;

- chi possiede una centrifuga può persino prepararsi una bella centrifuga che può essere bevuta a colazione per iniziare al meglio la giornata, soprattutto in caso di leggera influenza o raffreddore.



 

P.IVA: 02146440462Tel: 347-5065511ericabaroncelli@hotmail.it