Home » ARTICOLI » RADICCIO ROSSO, TUTTO DA SCOPRIRE

RADICCIO ROSSO, TUTTO DA SCOPRIRE

RADICCIO ROSSO, TUTTO DA SCOPRIRE - Dietista Dr. Erica Baroncelli

Sono molte le verdure, sono tanti i benefici che apportano; una verdura secondo me ancora troppo sottovalutata è il radicchio.

Ne esistono davvero molte varietà ma per semplicità di classificazione nutrizionale possiamo distinguere il radicchio rosso e il radicchio verde, così simili e così diversi.

Ciò che li accomuna è il classico sapore amaro donato dall'acido cicorico; è un derivato della caffeina presente in tutte le piante della famiglia delle cicorie come la catalogna e le puntarelle. Per questo esiste pure il caffè di cicoria.

L'Apporto energetico è simile e molto basso, come ogni verdura, circa 13-14Kcal/100g; ciò che le differenzia è la diversa composizione di alcuni migronutrienti.

 

FERRO

Tra i due quello più ricco di ferro è il verde, circa 7,8mg/100 contro gli 0,3mg del rosso; essendo ferro vegetale l'unico modo per assorbirlo e comunque solo in parte, è aggiungere succo di limone. Quindi via libera alle insalate invernali di radicchio verde condito con olio e limone o con l'aggiunta di qualche fettina di arancio o kiwi.

 

CALCIO

Anche in questo caso il vincitore è il verde, 115mg/100g contro i 36mg del rosso. Purtroppo però il calcio riduce l'assorbimento del ferro, questo va detto.

 

FIBRA

Questa volta è il radicchio rosso ad avere le fibre in maggiore quantità, 3g contro le tracce del verde, favolose per il benessere intestinale in quanto insolubili.

 

ANTOCIANINE

Il colore violaceo del radicchio detto rosso è indiscutibilmente quella caratteristica che lo colloca sul podio per l'elevata quantità di antociani, molecole con effetto protettivo per cuore e vasi sanguigni. Insieme agli antociani, l'acido cicorico esplica un ruolo importante; ha proprietà antitrombotiche e antinfiammatorie.

 

Il miglior modo per beneficiare delle proprietà protettive del radicchio è consumarlo crudo o al limite, attraverso un pesto crudo come condimento per la pasta oppure leggermente passato sulla griglia (massimo 7-8 minuti) consapevoli del fatto che però la cottura riduce il contenuto di antocianine.

P.IVA: 02146440462Tel: 347-5065511ericabaroncelli@hotmail.it