Home » ARTICOLI » PANDORO O PANETTONE

PANDORO O PANETTONE

PANDORO O PANETTONE - Dietista Dr. Erica Baroncelli

Quando si avvicina il Natale spuntano Pandori e Panettoni sui banchi del supermercato e puntualmente ogni anno è fervente la lotta per l'egemonia tra questi due caratteristici ma tanto diversi dolci natalizi. Se il gusto dei consumatori è soggettivo, per questo è indiscutibile, è certo invece che dal punto di vista nutrizionale questi due contendenti sono destinati entrambi ed equamente a vincere la supremazia.

 

Vi spiego perché. Una fetta da 100g di Pandoro apporta circa 413Kcal, una quantità energetica che poco si discosta da quella fornita da una fetta di Panettone di peso uguale, circa 364Kcal. È utile però mettere a paragone questa porzione con alimenti più comuni, come la pasta; infatti una fetta di dolce corrisponde ad un piatto di pasta con olio e parmigiano. A colpire è certamente il fatto che durante il periodo natalizio l'uso/abuso fuori controllo di Pandoro e Panettone, si possa tradurre in numero di piatti di pasta in più.

Pensate. inoltre che una fetta al giorno di Pandoro o Panettone in più rispetto all'ordinaria alimentazione, per tutta la durata delle festività natalizie (15-20giorni) è sufficiente a far salire l'ago della bilancia quasi di una tacchetta, senza contare il resto; facile tenendo conto delle innumerevoli occasioni!

L'apporto degli altri nutrienti (carboidrati, proteine, grassi ecc) è simile; ad essere diversa è invece la lista degli ingredienti, dettata dalla tradizione, che varia tra i due dolci.

 

Come scegliere il prodotto migliore tra tutti quelli in commercio?

In commercio infatti si trovano tantissime marche e varianti rispetto alla ricetta originale e spesso a bassissimo costo e di bassa qualità.

 

Ecco allora un elenco di suggerimenti da seguire per scegliere il miglior prodotto:

- leggere sempre l'elenco degli ingredienti prima di acquistare: deve essere chiaro, leggibile, meno lungo possibile e non devono esserci conservanti. Meglio se a lievitazione naturale e artigianale.

- una volta tagliato, il dolce deve emanare un buon e fresco aroma di burro e uova.

- il colore deve essere di un bel giallo.

- non devono comparire bruciature.

 

Come gestire la quantità?

Chiaramente la quantità è un dato soggettivo che varia in base ai fabbisogni individuali; piuttosto che concentrarsi sulla quantità per porzione, è invece utile saper scegliere e saper valutare se è l'occasione giusta per concedersi una fetta di dolce o se fosse il caso di rinunciare. Un aiuto in più ci viene offerto dall'attività fisica! Concedersi ogni tanto una fetta di dolce si può, e senza senso di colpa, se viene compensata con del sano movimento, come una sana passeggiata di 1 ora a passo svelto.

 

Insomma è proprio il caso di dire che a salire al trono siano entrambi, Pandoro e Panettone; gli unici perdenti sono sicuramente la scarsa qualità di alcuni prodotti e l'abuso quantitativo.

 

Buone e sane feste a tutti!!!

 

 

 

 

 

P.IVA: 02146440462Tel: 347-5065511ericabaroncelli@hotmail.it